venerdì, 03 dicembre 2021

AREA TABELLE

PENSIONI
Aumento dell'assegno sociale - Importi aggiornati al 2021
Riferimenti normativi

Art. 70, commi 1), 2) ,3) della legge 388/2000 (Legge Finanziaria 2001)


IMPORTI
Età anagrafica 2001Dal 1° gennaio 2002
(senza diritto all'incremento di cui all'art. 38 legge 28.12.2001 n.448)  
Da 65 anniMensile25.000Mensile€. 12,92
Annuo325.000Annuo€. 167,96
Da 70 anniMensile25.000    
Annuo325.000
Da 75 anniMensile

40.000 
Annuo520.000



LIMITI DI REDDITO PER IL DIRITTO ALLA MAGGIORAZIONE 
[A] Limite personale = (AS) assegno sociale annuo + aumento annuo
[B] Limite coniugale = limite personale + (TM) trattamento minimo annuo





ASSEGNO SOCIALE - I LIMITI DI REDDITO PER VERIFICARE IL DIRITTO
 AnnoTMASPersonaleConiugale
2016€. 5.824,91€. 6.524,57€. 5.992,87€. 12.517,44
2017€. 5.824,91€. 6.524,57€. 5.992,87€. 12.517,44
2018€. 5.889,00 €. 6.669,13 €. 6.056,96€. 12.653,42
2019€. 5.953,87€. 5.953,87€. 6.121,83€. 12.790,96
2020 €. 5.983,64 €. 6.705,54 €. 6.151,60 €. 12.854,14
2021€. 5.983,64€. 6.705,54€. 6.151,60€. 12.854,14


(Estratto della legge 23.12.2000 n. 388)

Art. 70 (Maggiorazioni)

1. A decorrere dal 1° gennaio 2001, e' concessa ai titolari dell'assegno sociale di cui all'articolo 3, comma 6, della legge 8 agosto 1995, n. 335, una maggiorazione di importo pari a lire 25.000 mensili per i titolari con eta' inferiore a settantacinque anni e a lire 40.000 mensili per i titolari con eta' pari o superiore a settantacinque anni.

2. La maggiorazione di cui al comma 1 e' corrisposta a condizione che la persona:

a) non possieda redditi propri per un importo pari o superiore all'ammontare annuo complessivo dell'assegno sociale e della maggiorazione di cui al comma 1;

b) non possieda, se coniugata, redditi propri per un importo pari o superiore a quello di cui alla lettera a), ne' redditi cumulati con quelli del coniuge, per un importo pari o superiore al limite costituito dalla somma dell'ammontare annuo dell'assegno sociale comprensivo della maggiorazione di cui al comma 1 e dell'ammontare annuo del trattamento minimo delle pensioni a carico del Fondo pensioni lavoratori dipendenti. Non si procede al cumulo dei redditi con quelli del coniuge legalmente ed effettivamente separato.

3. Qualora i redditi posseduti risultino inferiori ai limiti di cui alle lettere a) o b) del comma 2, l'aumento e' corrisposto in misura tale da non comportare il superamento dei limiti stessi. Agli effetti dell'aumento di cui al comma 1, si tiene conto dei redditi di qualsiasi natura, compresi i redditi esenti da imposta e quelli soggetti a ritenuta alla fonte a titolo di imposta o ad imposta sostitutiva, eccetto quelli derivanti dai trattamenti di famiglia.





PAOLO SANTELLA
mini sito

Galleria G. Marconi N. 1, 40122, Bologna (BO)

Telefono:

0514845918

Cellulare:

3287438262

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Avvocato del Foro di Bologna, patrocinante in Cassazione, civilista, specializzato nei seguenti settori: contrattua...

GIOVANNA LONGHI
mini sito

Via San Felice N. 6, 40124, Bologna (BO)

Telefono:

051220171

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto del lavoro, diritto previdenziale, diritto civile