lunedì, 08 agosto 2022

Il risarcimento del danno da demansionamento e dequalificazione non si configura con un mero atteggiamento di pregiudizio da parte del datore di lavoro

Cassazione civile  sez. lav., 19 marzo 2013 n. 6797

 

Con sentenza definitiva del 10.6.2008, la Corte di Appello di Roma condannava la s.p.a. Telecom Italia al pagamento, in favore di B.A., in ordine alla già accertata dequalificazione (sentenza non definitiva del I.6.2006) della somma di Euro 12.088,24, oltre accessori di legge, compensando per 1/3 le spese di lite del doppio grado, per i residui 2/3 poste a carico della Telecom.

Rilevava che la stessa Corte territoriale, con sentenza non definitiva del 4.4.2002, aveva rigettato la domanda principale ed ammesso la prova richiesta dall'appellante in ordine alla domanda subordinata e che, con successiva sentenza non definitiva del 1.6.2006, aveva dichiarato l'illegittimità della dequalificazione operata dalla Telecom e subita dal B. dal dicembre 1995, ordinando alla Telecom di restituire all'appellante le mansioni precedentemente svolte o altre equivalenti ex art. 2103 c.c., e disponendo la prosecuzione del giudizio in ordine all'accertamento del danno biologico richiesto. Da tale accertamento era emerso che il danno biologico in ordine a malattie sofferte da porsi in correlazione causale con gli eventi di causa era da riconoscere in misura del 6% e che, essendo stato richiesto solo il danno biologico, a tale titolo, tenuto conto delle tabelle in uso, spettava la somma suddetta.

Per la cassazione di tale decisione ricorre il B., con sette motivi, illustrati con memoria depositata ai sensi dell'art. 378 c.p.c..

Resiste, con controricorso, la Telecom Italia s.p.a., che propone ricorso incidentale, affidato ad unico motivo, anch'esso illustrato con memoria, rispetto al quale il B. resiste con proprio controricorso...

 

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 30/04/2013

ALESSANDRO BAVA
mini sito

Via Alla Porta Degli Archi 10/17, 16121, (GE)

Telefono:

0108686258

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

tributario, giudizi responsabilità Corte dei conti, giudizi presso Cedu

PAOLO SANTELLA
mini sito

Galleria G. Marconi N. 1, 40122, Bologna (BO)

Telefono:

0514845918

Cellulare:

3287438262

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Avvocato del Foro di Bologna, patrocinante in Cassazione, civilista, specializzato nei seguenti settori: contrattua...