marted́, 22 settembre 2020

Vigili Urbani: indennità di vestiario e riliquidazione della pensione

Corte dei Conti, Sezione terza di Appello, sentenza 20 febbraio 2004 n° 141

 

In tema di riliquidazione della pensione Inpdap rileviamo questa sentenza della terza sezione giurisdizionale di appello che ha affrontato un caso davvero particolare sollevato da alcuni vigili urbani collocatisi in quiescenza.
Nel ricorso di appello, in tesi, si chiedeva al collegio giudicante se l'indennità di vestiario corrisposta ad alcuni vigili urbani in costanza di servizio, rientrasse tra le voci pensionabili beneficiando quindi del ricalcolo della pensione.
In subordine veniva avanzata domanda di restituzione della contribuzione obbligatoria corrisposta per tale indennità.
Confermando la tesi sostenuta dal giudice di primo grado, l'appello è infondato poichè l’art.16 della legge 5 dicembre 1959, n.1077 non prevede l'indennità di vestiario tra le voci pensionabili. Indennità che non risulta nemmeno ricompresa in altre fonti normative.
Per quanto attiene al rimborso della contribuzione trattenuta su tale indennità, il collegio non si esprime in quanto materia estrane alla sfera pensionistica.

(Adalberto Ludovico De Grigiis)
Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 23/03/2004

MAURIZIO DANZA
mini sito

Via Devich 72, 00143, Roma (RM)

Telefono:

0664522748

Cellulare:

3383901238

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto del lavoro e delle relazioni sindacali, diritto amministrativo;diritto scolastico; diritto penale

DANIELA CARBONE
mini sito

Via A. Orsini 11, 63100, Ascoli Piceno (AP)

Telefono:

0736254695

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

lavoro e previdenza sociale