martedý, 25 giugno 2019

Pensioni di reversibilitÓ Inpdap e calcolo dell'indennitÓ integrativa speciale

Circolare Inpdpap n. 22 del 9 agosto 2007 - Avv. Daniela Carbone

 


Con la circolare 9 agosto 2007 n. 22 l'Inpdap chiarisce le modalitÓ di computo
dell'indennitÓ integrativa speciale sulle pensioni di reversibilitÓ successive all'entrata in vigore della legge n. 335 del 1995 (17 agosto 1995), a seguito delle modifiche normative
introdotte dall'art. 1, comma 774, legge n. 296/2007 (Finanziaria 2007), secondo cui l'IIS sulle pensioni di reversibilitÓ deve essere calcolata nella stessa misura percentuale del
trattamento di reversibilitÓ, a prescindere dalla data di decorrenza della pensione diretta. Prima del recente intervento del legislatore, era sorto un corposo contenzioso circa il calcolo
dell'IIS sulle reversibilitÓ con decorrenza successiva alla legge n. 335/95 ma "collegate" a pensioni dirette liquidate sino al 31.12.1994, nel senso di richiedere che l'IIS venisse
calcolata in misura intera e non in misura pari alla percentuale della pensione di reversibilitÓ. L'orientamento giurisprudenziale formatosi era favorevole ai pensionati. Tuttavia, con la
finanziaria 2007 Ŕ stata introdotta una norma definita di "interpetazione autentica" grazie alla quale Ŕ stata (quasi) messa la parola "fine" al contenzioso suddetto mediante
l'abrogazione dell'art. 15, c. 5, l. n. 724/94 e la previsione del calcolo dell'IIS sulle reversibilitÓ successive all'entrata in vigore della legge n. 335/95 nella medesima misura
percentuale della pensione stessa. Con la circolare suddetta l'Inpdap chiarisce ulteriormente la "sorte" delle numerose controversie amministrative e giudiziarie in materia, atteso che l'art. 1,
comma 775, legge citata, prevede che "sono fatti salvi i trattamenti pensionistici pi¨ favorevoli in godimento alla data di entrata in vigore della legge (1░ gennaio 2007), giÓ
definiti in sede contenziosa, con riassorbimento sui futuri trattamenti pensionistici". In merito l'Inpdap con la circolare in questione,
rilevando che nessuna distinzione viene fatta dal legislatore tra contenzioso giudiziario e contenzioso amministrativo, dispone che il comma succitato vada riferito, e quindi applicato, sia alle
sentenze immediatamente esecutive sia alle decisioni favorevoli del Comitato di vigilanza Inpdap, ancorchŔ non eseguite, intervenute entro il 31.12.2006. E ci˛ in quanto il diritto
alla riliquidazione del trattamento di reversibilitÓ deve considerarsi giÓ entrato nella sfera di godimento dell'interessato
.



(Avv. Daniela Carbone)



á


Invia per email

LaPrevidenza.it, 20/11/2007