martedý, 27 ottobre 2020

Studente disoccupato e diritto al danno da ridotta capacità lavorativa

Cassazione civile , sez. III, sentenza 30.11.2011 n. 25571

 

Con separati atti di citazione L.F. e L.A., premesso che in data 10.8.1993 si trovavano a bordo di un'autovettura condotta dal proprietario T.D. ed assicurata con la Tirrenia assicurazioni spa in l.c.a., esponevano che al chilometro 999+200 della s.s.16 l'auto finiva fuori strada ed esse riportavano lesioni personali. Ciò premesso, convenivano in giudizio il T., la Tirrena in l.c.a. e la RAS, quale impresa designata dal FGVS, per ottenere il risarcimento dei danni subiti. In esito ai giudizi riuniti, in cui si costituivano la RAS eccependo la carenza di legittimazione passiva ed interveniva la Nuova Tirrena, ora Groupama, quale cessionaria della Tirrena, il Tribunale di Taranto accoglieva le domande attrici. Avverso tale decisione proponeva appello la Nuova Tirrena ed in esito al giudizio la Corte di Appello di Lecce con sentenza depositata in data 26 gennaio 2009 riformava parzialmente la decisione impugnata. Avverso la detta sentenza L.F. e L.A. hanno quindi proposto ricorso per cassazione articolato in tre motivi. Resiste con controricorso la Groupama, la quale ha altresì depositato memoria difensiva ex art.378 cpc... omissis ...  La censura è infondata alla luce dell'orientamento, ormai consolidato della giurisprudenza di legittimità, quanto al governo probatorio in tema di rappresentanza processuale delle persone giuridiche. Ed invero, le Sezioni Unite hanno statuito a riguardo il principio di diritto secondo cui la persona fisica che ha conferito il mandato al difensore non ha l'onere di dimostrare tale sua qualità, neppure nel caso in cui l'ente si sia costituito in giudizio per mezzo di persona diversa dal legale rappresentante e l'organo che ha conferito il potere di rappresentanza processuale derivi tale potestà dall'atto costitutivo o dallo statuto, poiché i terzi hanno la possibilità di verificare il potere rappresentativo consultando gli atti soggetti a pubblicità legale e, quindi, spetta a loro fornire la prova negativa. Solo nel caso in cui il potere rappresentativo abbia origine da un atto della persona giuridica non soggetto a pubblicità legale, incombe a chi agisce l'onere di riscontrare l'esistenza di tale potere a condizione, però, che la contestazione della relativa qualità ad opera della controparte sia tempestiva, non essendo il giudice tenuto a svolgere di sua iniziativa accertamenti in ordine all'effettiva esistenza della qualità spesa dal rappresentante, dovendo egli solo verificare se il soggetto che ha dichiarato di agire in nome e per conto della persona giuridica abbia anche asserito di farlo in una veste astrattamente idonea ad abilitarlo alla rappresentanza processuale della persona giuridica stessa. (Sez. Un. ord. 20956/07). Giova aggiungere che nel caso di specie la società assicuratrice ha comunque esibito copia autentica della procura notarile a confutazione delle contestazioni mosse dalle appellate....

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 27/12/2011

OLGA DE ANGELIS
mini sito

Via Forcella, 58, 89028, Seminara (RC)

Telefono:

3662170871

Professione:

Consulente del Lavoro

PAOLO SANTELLA
mini sito

Galleria G. Marconi N. 1, 40122, Bologna (BO)

Telefono:

0514845918

Cellulare:

3287438262

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto delle nuove tecnologie e informatica giuridica (diploma di specializzazione di master presso Alma Mater Uni...