sabato, 04 aprile 2020

Responsabilità civile – Danni da fumo

Cass. Civ., sez. III, 4 luglio 2007, n. 15131 - Tiziana Cantarella

 

“L’apposizione sui pacchetti di sigarette della dicitura “lights” costituisce pubblicità ingannevole, in quanto induce il consumatore a ritenere – erroneamente – che con il consumo di questo tipo di sigarette il rischio di danni da fumo per la salute sia ridotto, indipendentemente dall’esplicito divieto di utilizzo di tale dicitura. Essa può rilevare quale fatto idoneo a provocare un danno In particolare, “l’attore assume di essere già un fumatore e come tale già esposto coscientemente ai rischi e danni da fumo, ma lamenta che il passaggio alle sigarette “leggere”, che secondo il messaggio “subliminalmente ingannevole” … avrebbe dovuto comportargli una riduzione del rischio e del danno da fumo, in effetti non gli ha dato il risultato sperato, essendo danno e rischio da fumo rimasti inalterati”. Di questo danno per così dire “differenziale” tra la situazione precedente e quella seguente l’induzione all’uso delle sigarette lights, tuttavia, non viene fornita dall’attore adeguata prova.


(Avv. Tiziana Cantarella
Invia per email

LaPrevidenza.it, 09/11/2007