sabato, 31 ottobre 2020

Problematiche in tema di somministrazione di lavoro ed eventuali sanzioni accertate dagli Ispettori del lavoro

Dott.ssa Anna Rita Caruso

 

Attualmente esistono 72.000 Agenzie di somministrazione e 169.000 succursali delle principali agenzie in tutto il mondo, il Giappone è il leader mondiale con il 24% del totale, mentre gli USA rappresentano il 22% del mercato globale, seguiti dal Regno Unito al 12%. Il 2008-2009, ha visto un aumento delle stesse pari al’1%, il totale delle agenzie è così distribuito: in Europa è presente circa il 48%, in Asia il 34%, nel Nord America l’8% ed infine in Africa il 4%. Se immaginiamo di creare una sorta di classifica fra i paesi che posseggono il maggior numero di agenzie, avremo: Giappone, Usa, Russia, Francia, Germania, Paesi Bassi, Australia, Brasile. Nel 2009 erano quasi 9 milioni i lavoratori temporanei a tempo pieno occupati presso agenzie private di collocamento in tutto il mondo. Il tasso di penetrazione delle agenzie è pari a 1,7% in Giappone, 1,5% in Europa e 1,3% negli Stati Uniti. La maggior parte delle assegnazioni delle agenzie del lavoro dura più di 1 mese, quasi 3 lavoratori su 5 lavoratori hanno un’età inferiore a 30 anni, 3 su 4 lavoratori interinali hanno terminato gli studi secondari. Una parte significativa di lavoratori non cerca un'occupazione permanente, di solito viene utilizzato il canale dell'agenzia per trovare un occupazione permanente, così il contratto diventa di solito la messa in prova del lavoratore.In merito alla durata dei contratti, nella maggior parte dei Paesi, la durata media del periodo di assegnazione è superiore ad 1 mese e spesso supera i 3 mesi. I casi più significativi sono quelli della Corea del Sud, in cui tutte le assegnazioni hanno una durata superiore ad un mese e quello della Svezia, dove solo il 4% avviene per un periodo inferiore ad un mese. Solo nel 1997, con il "Pacchetto Treu", il lavoro temporaneo è stato riconosciuto in Italia. Da allora, ulteriori modifiche regolamentari sono state introdotte per liberalizzare ulteriormente il mercato italiano delle agenzie: nel 2000, con l'apertura del settore agricolo, delle costruzioni e del pubblico impiego e nel 2003 con la "Legge Biagi". Nel 2005 uno studio condotto dall'Istat ha dimostrato come il lavoro tramite agenzia abbia svolto un ruolo chiave nella riduzione del sommerso. La somministrazione è disciplinata all’interno del Titolo III della cd Legge Biagi (artt. 20-28), consente alle imprese di beneficiare di una prestazione lavorativa senza che ciò comporti l’assunzione di tutti gli oneri derivanti dall'’instaurazione di un rapporto di lavoro, per cui la forza lavoro è acquisita mediante un contratto stipulato con una società somministratrice che si interpone fra colui che utilizza la prestazione e il lavoratore. In merito all’evoluzione della disciplina nell’ordinamento italiano, dal divieto di interposizione di manodopera, ex L. 1369/1960, si è passati alla legge 196/1997 (cd. Pacchetto Treu) che ha previsto la temporaneità della prestazione. Quindi si è passati alla piena legittimazione della somministrazione con il D.lgs. 276/2003, artt. 20-28. L’art. 32, comma IV, legge 183/2010, cd Collegato Lavoro, prevede che le disposizioni ivi previste si applicano anche nel rapporto di somministrazione, quando si chieda la costituzione o l'accertamento di un rapporto in capo a soggetto diverso (datore) dal titolare del contratto (agenzia).

Dott.ssa Anna Rita Caruso

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 12/07/2011

ALESSANDRO BARONE
mini sito

Vill.prealpino Via Prima 24, 25136, Brescia (BS)

Telefono:

0302001574

Cellulare:

3479194117

Servizi:

consulenza del lavoro consulenza previdenziale

MARIA GINEVRA PAOLUCCI
mini sito

Via Santo Stefano 43, 40125, Bologna (BO)

Telefono:

051237192

Cellulare:

3356312148

Professione:

Docente Universitario

Aree di attività:

diritto commerciale, diritto societario, crisi di impresa, procedure concorsuali, diritto dell'arbitrato