domenica, 27 novembre 2022

Incentivo straordinario per i datori di lavoro a sostegno dell’occupazione femminile e giovanile

Dott.ssa Federica Melozzi

 

Il Decreto Interministeriale del 5 ottobre 2012 (pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 243 del 17 ottobre 2012) ha istituito il Fondo per il finanziamento di interventi a sostegno dell’incremento dell’occupazione giovanile e femminile. I fondi a disposizione per l’anno 2012 sono di euro 196.108.953 e di euro 36.000.000 per l’anno 2013. Gli incentivi saranno erogati dall’INPS, previo inoltro di domanda telematica, in base all’ordine cronologico di presentazione delle istanze, nei limiti delle risorse stanziate. A chi sono rivolti: gli incentivi sono riconosciuti per i contratti stipulati con giovani che non hanno ancora compiuto 30 anni e con donne indipendentemente dall’età anagrafica.

Tipologie:

A)

1. Trasformazione di contratti a tempo determinato in contratti a tempo indeterminato (anche a part time);

2. Stabilizzazioni con contratto a tempo indeterminato (anche a part-time), di giovani e di donne impiegati con contratto di collaborazione coordinata e continuativa, anche nella modalità a progetto, o con associazione in partecipazione con apporto di lavoro.

Le predette trasformazioni /stabilizzazioni devono riguardare i contratti in essere o cessati da non più di 6 mesi e devono prevedere la stipula di contratti a tempo indeterminato, anche a tempo parziale, purché di durata pari o superiore alla metà dell’orario normale. Il bonus previsto per le trasformazioni citate sub A) è di 12.000 €. Il rapporto per cui si richiede l’incentivo deve iniziare o essere trasformato nel periodo compreso tra il 17 ottobre 2012 (data di pubblicazione del decreto) ed il 31 marzo 2013 (salvo esaurimento fondi) fino ad un massimo di 10 contratti per ciascun datore di lavoro.

B) incentivi per ogni assunzione a tempo determinato di giovani e di donne, con orario normale di lavoro (tempo pieno, 40 ore o durata inferiore prevista dal CCNL) e di durata minima di 12 mesi, purchè tali assunzioni determinino un incremento della base occupazionale rispetto alla media dei dipendenti dei 12 mesi precedenti. Per ogni assunzione a tempo determinato di cui al precedente punto b), con incremento della base occupazionale, avvenuta a partire dal 17 ottobre 2012 e fino al 31 marzo 2012, è corrisposto un incentivo pari a:

• Euro 3.000 se il contratto a termine ha una durata compresa tra 12 e 18 mesi;

• Euro 4.000 se la durata del contratto supera i 18 mesi ma non i 24 mesi;

• Euro 6.000 se la durata del contratto è superiore a 24 mesi.

Anche in questa ipotesi l’incentivo è riconosciuto per i contratti stipulati con giovani che non hanno ancora compiuto 30 anni e per donne indipendentemente dall’età anagrafica fino ad un massimo di  10 contratti per ciascun datore di lavoro.

 

 

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 25/11/2012

VIVIANA RITA CELLAMARE
mini sito

Via Crispi 6, 70123, Bari (BA)

Cellulare:

3295452846

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Collaborando con alcuni Patronati di Bari, particolare attenzione e cura è dedicata agli invalidi civili e a...

DANIELA CARBONE
mini sito

Via A. Orsini 11, 63100, Ascoli Piceno (AP)

Telefono:

0736254695

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

lavoro e previdenza sociale