sabato, 11 luglio 2020

Gestione separata: no alla restituzione dei contributi in assenza del minimo

Cassazione , SS.UU civili, Sentenza 17.1.2007, n. 879

 

La restituzione dei contributi inutilizzabili ha carattere eccezionale nel nostro ordinamento, come sottolineato dalla Corte Costituzionale con le pronunzia n. 404/2000 e 438/2005. Ed infatti - nonostante la eventualit� (cui recentemente si � tentato di ovviare con l'introduzione del diritto alla totalizzazione) che un soggetto, in forza delle diverse attivit� svolte, si possa trovare, alla fine della vita lavorativa, in possesso di vari spezzoni contributivi sostanzialmente inutilizzabili perch� non cumulabili tra loro e quindi inidonei al perfezionamento del diritto a pensione presso gli enti cui � stato iscritto - nel regime dell'assicurazione generale obbligatoria vige il principio dell'acquisizione, alla gestione previdenziale di appartenenza, dei contributi debitamente versati, nonostante che gli stessi non siano utili per l'insorgenza di alcun trattamento pensionistico, in forza del principio solidaristico che rappresenta l'impronta caratteristica della previdenza obbligatoria generale, e della tendenziale negazione della corrispettivit� tra contributi e prestazioni. Ed infatti l'unica disposizione di legge che prevede la restituzione dei contributi � il D.P.R. 26 aprile1957, n. 818, art. 8, che la circoscrive per� ai contributi indebitamente versati, mentre i contributi di cui si discute erano invece dovuti a causa dell'espletamento dell'attivit� di lavoro autonomo che espressamente ne imponeva il pagamento.
In ogni caso � principio indefettibile che la restituzione dei contributi debitamente versati sia ipotizzarle solo quando gli stessi rimangano inutilizzati, e non gi� quando da essi consegua comunque una qualche prestazione a vantaggio dell'assicurato, per cui "restituzione" e "utilizzazione ai fini di una prestazione di qualsiasi genere", sono in relazione necessariamente antitetica.

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 23/08/2007

MAURIZIO DANZA
mini sito

Via Devich 72, 00143, Roma (RM)

Telefono:

0664522748

Cellulare:

3383901238

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto del lavoro e delle relazioni sindacali, diritto amministrativo;diritto scolastico; diritto penale

SIMONE CIAPPINI
mini sito

Via Perleoni 8, 47922, Rimini (RN)

Telefono:

0541775084

Cellulare:

3289446960

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

DIRITTO CIVILE - DIRITTO DEL LAVORO - DIRITTO PREVIDENZIALE ED ASSISTENZIALE