sabato, 05 dicembre 2020

Disposizioni per la razionalizzazione e l’accelerazione del processo civile

Disegno di Legge - Nota di Gesuele Bellini

 

Ottimizzare e abbreviare la durata dei processi, questa la finalità del disegno di legge varato il 16 marzo 2007 dal Consiglio dei Ministri concernente "disposizioni per la razionalizzazione e l’accelerazione del processo civile".
Il provvedimento, la cui entrata in vigore è auspicata al 1° gennaio 2008, interviene modificando talune disposizioni del codice di procedura civile.
In particolare si prevede:

il controllo della durata del processo affidato alla cura del giudice affinché non ecceda il termine di due anni in primo grado, di due anni in secondo grado e di un anno nel giudizio di legittimità;

rafforzamento dello strumento di conciliazione, il cui tentativo può essere rinnovato in qualunque momento dell’istruzione;

riduzione della sospensione dei termini processuali nel periodo feriale, il cui termine finale si accorcia dal 15 settembre al 31 agosto.
riduzione dei termini processuali, in particolare per la riassunzione del processo;

introduzione di un meccanismo di semplificazione del regime delle nullità;

valorizzazione della lealtà processuale delle parti;
semplificazione delle deposizioni testimoniali, con possibilità, su richiesta delle parti, di assumere la deposizione richiedendo al testimone di fornire, per iscritto e nel termine stabilito, le risposte agli articoli sui quali deve essere interrogato;

ottimizzazione del sistema delle liquidazioni delle spese processuali.

(Gesuele Bellini)
Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 20/04/2007

OLGA DE ANGELIS
mini sito

Via Forcella, 58, 89028, Seminara (RC)

Telefono:

3662170871

Professione:

Consulente del Lavoro

SERGIO BENEDETTO SABETTA
mini sito

Professione:

Avvocato