giovedì, 21 ottobre 2021

Contratti del consumatore: no alle spese di spedizione in caso di recesso

Avv. Francesco Orecchioni

 

E' quanto ha stabilito la Corte di Giustizia della Comunità Europea con sentenza depositata il 15 aprile 2010 nel procedimento n. C-551/08.

Secondo la CGE, appare in contrasto con la Direttiva del Parlamento e del Consiglio Europeo 20 maggio 1997, 97/7/CE  la normativa nazionale che consente al venditore, nei contratti a distanza, di addebitare al consumatore la spese di spedizione, in caso  di recesso dal contratto

Viene pertanto posto un freno a quelle pratiche commerciali che- subordinando l'esercizio del diritto di recesso al pagamento delle spese di spedizione- di fatto limitano tale diritto, violando i principi di tutela del consumatore all'interno dell'UE.

( avv. Francesco Orecchioni)

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 21/04/2010

MARIO MEUCCI
mini sito

Professione:

Docente Universitario

Aree di attività:

Diritto del lavoro

PAOLO SANTELLA
mini sito

Galleria G. Marconi N. 1, 40122, Bologna (BO)

Telefono:

0514845918

Cellulare:

3287438262

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Avvocato del Foro di Bologna, patrocinante in Cassazione, civilista, specializzato nei seguenti settori: contrattua...