venerdì, 03 dicembre 2021

Condannato il pubblico ufficiale che crea la copia di un atto mai esistito

Cassazione penale, Sentenza 7.5.2010 n. 32090

 

Con sentenza emessa il 16.11.09 la corte di appello di Firenze, in parziale riforma della sentenza emessa il 30.11.05 al Gup del tribunale di Livorno, ha dichiarato non doversi procedere nei confronti di D.G., funzionario della prefettura di Livorno, in ordine ai reati di abuso di ufficio, di cui al capo B, perché estinti per prescrizione; ha dichiarato la nullità della sentenza, per mancanza di contestazione, in relazione all’imputazione di abuso di ufficio compresa nel capo A della rubrica. Ha confermato la dichiarazione di responsabilità del D., in ordine al reato di falso, ex art. 478 c.p. - così modificata l’originaria imputazione ex art. 476 c.p. - per la formazione artificiosa di copia di un’inesistente ordinanza 16.7.02 della prefettura di Livorno, contenente la revoca di una precedente ordinanza prefettizia 22.6.2000 di ingiunzione a G.C.A. Del pagamento di L. 2.449.200 e la contestuale ingiunzione al pagamento della minore somma di Euro 639,38. Ha ridotto la pena, previa concessione delle attenuanti generiche, a 5 mesi e 10 giorni di reclusione e la pena accessoria dell’interdizione dai pubblici uffici a un anno....

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 12/04/2011

DAVIDE BOZZOLI
mini sito

Via Larga Castello N. 4 , 40061, Minerbio (BO)

Telefono:

0513511350

Cellulare:

3470530120

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

diritto civile

ALESSANDRO BARONE
mini sito

Vill.prealpino Via Prima 24, 25136, Brescia (BS)

Telefono:

Cellulare:

Servizi:

consulenza del lavoro consulenza previdenziale