lunedž, 09 dicembre 2019

Adesione dell'Estonia alla classificazione doganale di pezzi o frattaglie congelati di galli e di galline

Cgce, 29.10.2009 C-140/08

 

«Tariffa doganale comune – Nomenclatura combinata – Classificazione doganale – Pezzi o frattaglie congelati di galli e di galline – Adesione dell’Estonia – Misure transitorie – Prodotti agricoli – Scorte eccedenti – Regolamento (CE) n. 1972/2003»

La domanda di pronuncia pregiudiziale verte sull’interpretazione dell’allegato I del regolamento (CEE) del Consiglio 23 luglio 1987, n. 2658, relativo alla nomenclatura tariffaria e statistica ed alla tariffa doganale comune (GU L 256, pag. 1), come modificata dal regolamento (CE) della Commissione 11 settembre 2003, n. 1789 (GU L 281, pag. 1), nonché sull’interpretazione del regolamento (CE) della Commissione 10 novembre 2003, n. 1972, relativo alle misure transitorie da adottarsi per quanto riguarda gli scambi di prodotti agricoli in seguito all’adesione di Cipro, dell’Estonia, della Lettonia, della Lituania, di Malta, della Polonia, della Repubblica ceca, della Slovacchia, della Slovenia e dell’Ungheria all’Unione europea (GU L 293, pag. 3), come modificato dal regolamento (CE) della Commissione 10 febbraio 2004, n. 230 (GU L 39, pag. 13; in prosieguo: il «regolamento n. 1972/2003»).

Tale domanda è stata presentata nell’ambito di una controversia tra la Rakvere Lihakombinaat AS (in prosieguo: la «RLK»), da un lato, ed il Põllumajandusminister (Ministero dell’Agricoltura) nonché il Maksu- ja Tolliameti Põhja maksu- ja tollikeskus (Agenzia tributaria e doganale dell’Est dell’amministrazione finanziaria e doganale; in prosieguo: il «MTA»), dall’altro, in merito al prelievo sulle scorte eccedenti di carne di pollo congelata.

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 30/12/2009