sabato, 24 ottobre 2020

Abusi privati condominiali

a cura D.ssa Mariagabriella CORBI

 

Gli Ermellini con sentenza n. 2548 del 21 gennaio 2010 hanno assolto (pena di 90 euro sospesa con la condizionale) una persona dal reato di “esercizio arbitrario delle proprie ragioni e violenza sulle cose” in un’area privata (condominio). Infatti egli aveva rimosso una catena ed un paletto arbitrariamente collocati da parte di un altro condomino per acquisire il dominio del proprio posto auto ma che, in realtà, ostacolavano il diritto di passaggio degli altri abitanti l’edificio. La Corte di Cassazione, motiva che "la difesa privata di un proprio diritto di possesso, anche con il ricorso all'uso di una violenza reale, e' consentito a chi subisca un fatto vanificante tale diritto (spoglio), allorché l'autodifesa segua senza soluzione temporale nell'attualità e nell'immediatezza l'azione lesiva" subita dal condomino “atteso che - in difetto di un'immediata azione di autotutela - il soggetto interessato danneggiato dall'azione di spoglio, può proteggere e tutelare la propria posizione di diritto soltanto richiedendo al giudice una non tempestiva tutela possessoria di carattere interinale e cautelare”. Nel condominio, molto spesso, si evidenziano le pressioni emotive che le persone vivono nell’ambito familiare, le quali originano dai disagi psicologici dei singoli membri oppure da situazioni frustranti, se non dai conflitti, nella relazione familiare. Il condominio è una forma di semi-coabitazione forzata dove è un’impresa alquanto ardua creare degli equilibri e godere di una "giusta distanza" nei rapporti interpersonali. Vari sono i motivi scatenanti dei conflitti condominiali, ma ....

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 30/01/2010

SIMONE CIAPPINI
mini sito

Via Perleoni 8, 47922, Rimini (RN)

Telefono:

0541775084

Cellulare:

3289446960

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

DIRITTO CIVILE - DIRITTO DEL LAVORO - DIRITTO PREVIDENZIALE ED ASSISTENZIALE

ALESSANDRO BARONE
mini sito

Vill.prealpino Via Prima 24, 25136, Brescia (BS)

Telefono:

0302001574

Cellulare:

3479194117

Servizi:

consulenza del lavoro consulenza previdenziale