sabato, 24 agosto 2019

Mai dire in azienda ... Me ne vado..

Cassazione, sezione lavoro, sentenza del 4.12.2007, n. 25262 - Cruciani cesira

 

Dire �me ne vado, ho trovato un altro impiego� equivale a presentare le dimissioni, � quanto ha deciso la Cassazione, sezione lavoro, con la sentenza del 4 dicembre 2007, n� 25262, sul caso di un operaio di un�azienda emiliana che, risentendosi per i rimproveri dei colleghi, ha perso le staffe abbandonando il posto di lavoro. Il suo datore di lavoro lo aveva preso sul serio, interpretando il suo comportamento come una dichiarazione di formali dimissioni. Cos� il ragazzo si � rivolto subito al Tribunale di Modena sostenendo che non aveva mai presentato le dimissioni ma che in realt� era stato licenziato per via di uno sfogo.

Il Collegio di merito gli aveva dato ragione, considerando l�esclamazione come uno sfogo dettato dall�ira. L�azienda per�, si � rivolta alla Corte d�Appello, ed i giudici bolognesi hanno considerato il gesto non come semplice scatto d�ira ma come una presentazione ufficiale delle dimissioni. L�ex dipendente contro questa decisione ha fatto ricorso in Cassazione....
Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 07/12/2007