giovedý, 23 maggio 2019

Lavoro notturno e risarcibilitÓ del danno biologico e morale

Cassazione, sentenza n░ 9353/2005

 

Una nuova pronuncia della Suprema Corte in tema di danni non patrimoniali subiti dal lavoratore.
Deve essere risarcito il danno morale e biologico del lavoratore, relativo ad una patologia depressiva causata dal lavoro notturno, laddove siano state reiteratamente formulate richieste di trasferimento.
(massima di Luigi Viola, staff di la previdenza.it).



Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 27/10/2005