sabato, 05 dicembre 2020

Infortunio lavorativo mortale e responsabilità del datore di lavoro

Cassazione civile  sez. lav.,  23 aprile 2012,  n. 6337

 

1. Il Tribunale di Sassari, con la sentenza n. 352/06 dell'11 aprile 2006, pronunciando sull'azione di rivalsa proposta dall'INAIL nei confronti di P.I.G. con ricorso depositato il 19 maggio 1997 (v. ricorso), dichiarava la responsabilità di quest'ultimo per l'infortunio mortale occorso al suo dipendente D.P..

2. La Corte d'Appello di Cagliari, chiamata a decidere sull'impugnazione proposta dal P. nei confronti dell'INAIL, in ordine alla suddetta pronuncia di primo grado, con la sentenza n. 811/07, accoglieva in parte l'appello e in parziale riforma della pronuncia in questione:

dichiarava che l'infortunio occorso a D.P. in data 14 aprile 1998 era imputabile a colpa concorrente dello stesso D. e di P.I.G., in misura del 50 per cento ciascuno;

dichiarava, pertanto P.I.G. tenuto al rimborso in favore dell'INAIL, della prestazione assicurativa erogata nei limiti del danno civilistico e lo condannava, quindi, al pagamento della somma di Euro 151.819,55, oltre interessi dalla domanda.

3. Per la cassazione della suddetta decisione, ricorre il P. prospettando sette motivi di impugnazione. Resiste con controricorso l'INAIL. 4. In prossimità dell'udienza l'INAIL ha depositato memoria...

Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 19/05/2012

VERONICA ALVISI
mini sito

Piazza Gramsci N. 4, 40026, Imola (BO)

Cellulare:

3495660326

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto civile e diritto del lavoro/previdenza

SERGIO BENEDETTO SABETTA
mini sito

Professione:

Avvocato