domenica, 27 novembre 2022

Punibile il genitore che spinge il minore a commettere un reato

Cassazione penale  sez. IV, Sentenza 17 settembre 2010 n. 38107

 

La Corte di Appello di Roma, con decisione in data 26-3-2009, confermava in punto di responsabilità la sentenza del Tribunale di Roma del 5-5-2008 con la quale T.R. Era stata dichiarata responsabile per il reato di furto aggravato perpetrato in un supermercato mediante determinazione all’azione della figlia minore M.I. (di anni tredici), e condannata, con il riconoscimento dell’attenuante del danno di speciale tenuità, alla pena di mesi tre di reclusione ed Euro 100,00 di multa. La donna era accusata di avere indotto la figlia minore ad impossessarsi con destrezza di alcune confezioni di alimenti (per un prezzo totale di Euro 6,39) inserendole nella borsa della bambina stessa. La Corte, riformando parzialmente la sentenza di primo grado, aveva concesso all’imputata il beneficio della non menzione della condanna ed aveva dichiarato interamente condonata la pena....

Documento integrale

Allegato: cass_pen_38107_2010.pdf
Invia per email

LaPrevidenza.it, 08/03/2011

DAVIDE BOZZOLI
mini sito

Via Larga Castello N. 4 , 40061, Minerbio (BO)

Telefono:

0513511350

Cellulare:

3470530120

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

diritto civile

MARIO MEUCCI
mini sito

Professione:

Docente Universitario

Aree di attività:

Diritto del lavoro