sabato, 11 luglio 2020

Potestà  dei genitori ed affido condiviso del figlio minore

Corte di Appello di Roma, Sentenza 18 aprile 2007

 

L'affidamento congiunto del minore ai genitori deve essere escluso qualora cị non sia conforme all'interesse dello stesso, in quanto non idoneo a garantirgli l'equilibrio e la serenità  necessari per il suo sviluppo. Cị risulta conferme anche alla nuova normativa introdotta dalla L. n. 54/2006, che prevede quale regola generale quella dell' affido condiviso del figlio minore, salvo che questo si ponga contro il suo interesse (artt. 155 e 155 bis c.c.). (Nel caso di specie, veniva escluso l'affidamento congiunto della minore che incorreva in frequenti motivi di contrasto con la madre, determinati in parte anche dal credo religioso di quest'ultima e dai ripetuti tentativi di coinvolgimento della figlia).


(Avv. Leonardo Lastei)
Documento integrale

Invia per email

LaPrevidenza.it, 22/11/2007

MARIA GINEVRA PAOLUCCI
mini sito

Via Santo Stefano 43, 40125, Bologna (BO)

Telefono:

051237192

Cellulare:

3356312148

Professione:

Docente Universitario

Aree di attività:

diritto commerciale, diritto societario, crisi di impresa, procedure concorsuali, diritto dell'arbitrato

MAURIZIO DANZA
mini sito

Via Devich 72, 00143, Roma (RM)

Telefono:

0664522748

Cellulare:

3383901238

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto del lavoro e delle relazioni sindacali, diritto amministrativo;diritto scolastico; diritto penale