mercoledì, 28 settembre 2022

CISOA: precisazioni in merito al quadro normativo di riferimento e ulteriori indicazioni operative nella circolare Inps

Inps, Circolare 27.4.2017 n. 77

 

Direzione Centrale Ammortizzatori Sociali Direzione Centrale Entrate e Recupero Crediti Direzione Centrale Organizzazione e Sistemi Informativi

***


OGGETTO: Precisazioni relative al quadro normativo della prestazione Cassa  Integrazione Salariale Operai dell'Agricoltura (CISOA).  Modalità di compilazione della domanda CISOA e implementazione  flusso DMAG ai fini della compensazione della prestazione CISOA  anticipata, per conto dell'Inps, dai datori di lavoro agli operai agricoli  a tempo indeterminato.

SOMMARIO: La presente circolare fornisce alcuni chiarimenti relativi alla disciplina  normativa in materia e illustra le nuove modalità di compilazione della  domanda CISOA.  Si descrivono altresì le nuove modalità con le quali le aziende possono  operare la compensazione delle integrazioni salariali e conseguentemente il  contenuto dei nuovi campi introdotti nel flusso DMAG, fornendo le relative  istruzioni. Le nuove informazioni richieste hanno la finalità di consentire una  più corretta e puntuale esposizione dei dati identificativi dell'integrazione  salariale autorizzata e il puntuale aggiornamento dell'estratto contributivo  degli operai agricoli dipendenti.

INDICE

Parte prima

   1. Quadro normativo di riferimento - chiarimenti  2. Lavoratori beneficiari - coltivatori diretti  3. Modalità di compilazione della domanda CISOA - modifica  4. Processo di comunicazione e gestione delle autorizzazioni CISOA

 Parte seconda



1. Nuovi campi per denuncia anticipazione CISOA  2. Modalità di compilazione del flusso DMAG  3. mplementazione Cassetto previdenziale aziende agricole



PARTE PRIMA

1. Quadro normativo di riferimento ­ chiarimenti

La riforma delineata dal D.Lgs. 148/15, riguardante gli ammortizzatori sociali in costanza di rapporto di lavoro, ha inciso in modo molto limitato sull'ambito in oggetto. La preesistente normativa riguardante le integrazioni salariali del settore agricolo è stata infatti fatta salva dall'art. 18 del suddetto decreto per quanto compatibile con lo stesso.

Uniche sostanziali variazioni sono: - l'estensione di tale istituto anche agli apprendisti del settore in quanto l'art. 2 del D.Lgs. 148/15 è norma di carattere generale che si applica quindi a qualunque tipologia di integrazione salariale; - l'abrogazione dell'art. 14 della L. 223/91 riguardante i massimali che però, in virtù del secondo comma dell'art. 18 su citato, continuano a non applicarsi ai trattamenti concessi per intemperie stagionali.



2. Lavoratori beneficiari ­ coltivatori diretti

Destinatari delle integrazioni salariali agricole sono i lavoratori agricoli (operai, impiegati, quadri e apprendisti) dipendenti da aziende agricole con contratto di lavoro a tempo indeterminato che svolgono annualmente presso la stessa azienda oltre 180 giornate di effettivo lavoro. Fra i lavoratori dipendenti sono compresi i soci delle cooperative di lavoro che prestano attività retribuita per conto delle cooperative stesse. Come chiarito dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali con nota n. 9974 del 5.5.2016, rientrano tra i beneficiari anche i dipendenti dei coltivatori diretti, sebbene questi ultimi non siano soggetti al versamento del contributo ordinario per tale prestazione.

 3. Modalità di compilazione della domanda CISOA - modifica

 Al fine di consentire una puntuale determinazione della misura della prestazione, la domanda CISOA presenta alcune innovazioni. Infatti, ai fini del calcolo della prestazione, risulta necessario individuare l'ultimo mese antecedente la sospensione nel quale i lavoratori interessati sono stati retribuiti. Pertanto, per le domande con periodo richiesto decorrente dal 1.4.2017 il datore di lavoro dovrà obbligatoriamente indicare, per ogni beneficiario, tale mese nell'apposito campo.

 4. Processo di comunicazione e gestione delle autorizzazioni CISOA

In caso di accoglimento - totale o parziale - dell'istanza, il responsabile del procedimento amministrativo che ha curato l'istruttoria deve inviare il provvedimento alla ditta con comunicazione PEC. Il provvedimento concessorio recherà il numero di autorizzazione necessario per poter effettuare il conguaglio. L'applicazione di gestione domande CISOA è stata integrata con il servizio di ristampa anche di provvedimenti preesistenti, comprensivi della indicazione del numero di autorizzazione. Inoltre gli estremi della domanda di CISOA e del numero di autorizzazione saranno consultabili dall'applicazione di presentazione domande CISOA disponibile nel sito internet dell'Istituto. La mancata indicazione, nel flusso DMAG, del numero di autorizzazione da parte dell'azienda precluderà alla stessa la possibilità della determinazione dell'importo dell'anticipazione delle integrazioni salariali in fase di tariffazione.



PARTE SECONDA

1. Nuovi campi per denuncia anticipazione CISOA

Con circolare n. 174 del 9 settembre 2016, al fine di garantire un puntuale e automatizzato accredito della contribuzione figurativa sulla posizione assicurativa degli operai agricoli dipendenti a tempo indeterminato (OTI) per i quali è prevista l'anticipazione delle prestazioni a sostegno del reddito spettanti, sono stati introdotti nuovi campi del flusso DMAG.

La citata circolare 174/2016, con specifico riferimento al "Tipo Retribuzione" "C"(anticipazione della prestazione per le giornate di cassa integrazione ­ CISOA), ha fatto rinvio ad una successiva circolare per la descrizione delle nuove informazioni richieste per una corretta compilazione del flusso DMAG.

Con la presente circolare vengono illustrati i nuovi campi del flusso DMAG che consentiranno ai datori di lavoro agricoli, a decorrere dalla denuncia di manodopera occupata di competenza del II trimestre 2017, di compensare sulla contribuzione dovuta gli importi anticipati, per conto dell'Istituto, a titolo di CISOA agli operai con contratto a tempo indeterminato a seguito dell'autorizzazione della Commissione provinciale di cui all'art. 14 della legge n. 457/1972.

Pertanto, a decorrere dalle denunce DMAG di competenza di cui sopra, nel caso di indicazione di TR (tipo retribuzione) = "C" sarà richiesta la valorizzazione dei nuovi campi relativi ai seguenti elementi:  "RG- retribuzione media giornaliera corrisposta nel mese precedente (vedi  allegato n.1) a quello in cui si è verificata la sospensione dell'attività  lavorativa"



"Numero di protocollo della domanda CISOA presentata"



"Numero di autorizzazione CISOA" (paragrafo 3 della Prima Parte)



"Numero giornate lavorate mese precedente" (vedi allegato n.1)



"flag per una delle due opzioni "Lavoratore retribuito in misura fissa mensile" e  "Lavoratore retribuito in misura giornaliera"

 Tali elementi vanno ad aggiungersi agli elementi già presenti e a quelli da ultimo introdotti con circolare n. 174/2016 tra cui, in particolare, il "Numero Giornate Evento", la "Retribuzione teorica giornaliera", la "Retribuzione persa" e il "periodo dal/al", elementi obbligatori in presenza di eventi che danno luogo ad accredito di contribuzione figurativa.

Pertanto il rilascio di tali aggiornamenti e di quelli indicati nel paragrafo 6.3 della circolare n. 90 del 26 maggio 2016 - da ultimo previsti, con messaggio n.4539 del 14 novembre 2016, per il I trimestre 2017 - è rinviato al II trimestre del corrente anno 2017.

 2. Modalità di compilazione del flusso DMAG

Il datore di lavoro, nella denuncia DMAG OTI (ElementoTipoManodopera Codice 2) Principale, di Variazione o Sostitutiva (ElementoTipoDichiarazione P/V/S) di competenza dell'evento per il quale è stata autorizzata l'integrazione salariale CISOA, dovrà, avvalorando il campo TR (tipo retribuzione) con la lettera "C", indicare i seguenti elementi:

      numero di protocollo della domanda CISOA presentata ;  numero di autorizzazione CISOA;  retribuzione teorica giornaliera;  retribuzione persa giornaliera;  retribuzione media giornaliera mese precedente (RG) ;  numero di giornate lavorate mese precedente;  numero giornate evento;  periodo dal... (data compatibile con il mese);  periodo al... (data compatibile con il mese);  flag per una delle due opzioni "Lavoratore retribuito in misura fissa mensile" e  "Lavoratore retribuito in giornate".

 I suddetti elementi, che dovranno essere tutti obbligatoriamente valorizzati, in fase di trasmissione della denuncia, saranno sottoposti ad un controllo automatizzato di compatibilità e congruità con i dati presenti negli archivi dell'Istituto. Più precisamente per ogni DMAG con richiesta di conguaglio CISOA sono previsti i controlli seguenti:

      verifica dell'esistenza dell'autorizzazione indicata nella denuncia concessa all'azienda che  ha inviato il flusso DMAG;  verifica dell'esistenza del protocollo e del corretto abbinamento dello stesso con  l'autorizzazione;  verifica della coerenza dei periodi richiesti con quanto autorizzato;  verifica della coerenza dei beneficiari indicati nel DMAG con quelli indicati nella domanda;  verifica della capienza delle giornate richieste rispetto a quanto autorizzato;  verifica del limite dei 90 giorni per ciascun beneficiario;  calcolo della prestazione secondo i criteri esposti nell'allegato 1;  verifica della congruenza della retribuzione giornaliera (RG) indicata ai fini del calcolo  della prestazione.

 Dell'eventuale esito negativo dei suddetti controlli sarà data immediata comunicazione con dettagliata indicazione dell'errore rilevato.

In caso di esito positivosarà fornito ­ in corrispondenza del Tipo Retribuzione "C" - il valore dell' importo da compensare, a titolo di anticipazione prestazione CISOA, sulla contribuzione dovuta, diversamente dalle precedenti dichiarazioni.

3. Implementazione Cassetto previdenziale aziende agricole

Al fine di consentire alle aziende agricole di disporre di un quadro riepilogativo delle autorizzazioni di integrazione salariale CISOA concesse dalle competenti Commissioni provinciali, il Cassetto previdenziale aziende agricole è stato implementato con una apposita sezione denominata "Autorizzazioni CISOA".

La nuova funzionalità consentirà il monitoraggio delle autorizzazioni CISOA e delle relative compensazioni richieste tramite flusso DMAG con riferimento agli importi anticipati dal datore di lavoro, per conto dell'Istituto, a titolo di CISOA agli operai con contratto a tempo indeterminato.

Il servizio di monitoraggio sarà disponibile con riferimento alle sole autorizzazioni CISOA concesse successivamente all'entrata in vigore del nuovo sistema di compensazione tramite il flusso di DMAG di cui al precedente Paragrafo 2, Parte Seconda.

Il Direttore Generale
Gabriella Di Michele 
Invia per email

LaPrevidenza.it, 03/05/2017

ALESSANDRO BARONE
mini sito

Vill.prealpino Via Prima 24, 25136, Brescia (BS)

Telefono:

Cellulare:

Servizi:

consulenza del lavoro consulenza previdenziale

VINCENZO MENNEA
mini sito

Via Pier Delle Vigne N. 7, 76121, Barletta (BA)

Telefono:

0883349269

Cellulare:

3289677187

Professione:

Avvocato

Aree di attività:

Diritto Civile - Diritto Penale - Lo Studio fornisce assistenza e consulenza in materia di gestione dello st...