ENPALS

DIREZIONE GENERALE

Direzione Prestazioni Previdenziali

Circolare 23.7.2010 n. 7


Decreto-legge del 30 aprile 2010, n. 64 convertito con legge 29 giugno 2010, n.100



Sommario: Con la presente circolare si comunicano le nuove disposizioni in tema di accesso al pensionamento anticipato per i lavoratori dello spettacolo appartenenti alle categorie dei tersicorei e ballerini ed in ordine alla facoltà di trattenimento in servizio.

Nella Gazzetta Ufficiale n. 150 del 30 giugno 2010 è stata pubblicata la legge 29 giugno 2010, n. 100 di conversione del decreto legge del 30 aprile 2010, n. 64 recante “Disposizioni urgenti in materia di spettacolo ed attività culturali”.

La disposizione in oggetto, con l’art. 3, comma 7, apporta una serie d’interventi in materia previdenziale, con riferimento alle categorie dei ballerini e tersicorei, modificando le norme introdotte dal Decreto legislativo del 30 aprile 1997, n. 182.

1. Età pensionabile e sistema di calcolo.

A decorrere dal 1 maggio 2010, data di entrata in vigore del decreto legge 30 aprile 2010, n. 64 successivamente convertito in legge 29 giugno 2010, n. 100, per i lavoratori dello spettacolo, appartenenti alle categorie dei ballerini e tersicorei, l’età pensionabile è fissata, per uomini e donne, al quarantacinquesimo anno di età anagrafica.



ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO

Per i lavoratori dello spettacolo, appartenenti alle categorie dei ballerini e tersicorei, per i quali si applica integralmente il sistema contributivo o misto, si attribuisce il coefficiente di trasformazione di cui all’articolo 1, comma 6, della legge 8 agosto 1995, n.

335, relativo all’età superiore. In particolare, l’importo della pensione annua è determinato secondo il sistema contributivo, moltiplicando il montante individuale dei contributi per il coefficiente di trasformazione relativo al sessantacinquesimo anno di età. Il coefficiente di trasformazione relativo all’età superiore si applica anche ai soggetti che abbiano presentato domanda di pensione di vecchiaia vigente il decreto legge 30 aprile 2010, n. 64.

2. Finestre.

Ai sensi dell’art. 12 del D.L. Del 31 maggio 2010, n. 78, per tutti coloro che matureranno i requisiti minimi per l’accesso al pensionamento a decorrere dal 1° gennaio 2011, il diritto alla decorrenza del trattamento pensionistico sarà conseguito trascorsi dodici mesi dalla data di maturazione dei previsti requisiti.

Resta ferma la precedente disciplina, in tema di finestre, nei confronti di coloro che hanno maturato o matureranno i requisiti contributivi ed assicurativi e di età anagrafica entro il 31 dicembre 2010 (art. 1, comma 5, lettere a) e b) della legge n. 247/2007- quattro finestre di accesso in relazione al trimestre di maturazione dei requisiti).

3. Ulteriori disposizioni.

Per i due anni successivi alla data di entrata in vigore della citata legge n. 100/2010, ai lavoratori dello spettacolo, appartenenti alle categorie dei ballerini e tersicorei, assunti a tempo indeterminato, che hanno raggiunto o superato l’età pensionabile, così come è stabilita dall’art 3, comma 7 della legge n. 100/2010, è data facoltà di esercitare opzione per restare in servizio. Tale opzione, che deve essere rinnovata annualmente, deve essere inoltrata all’ENPALS entro due mesi dalla data di entrata in vigore della legge n.

100/2010 o almeno tre mesi prima del perfezionamento del diritto alla pensione, fermo restando, tuttavia, il limite massimo di pensionamento di vecchiaia, previsto dalla previgente disciplina, di anni quarantasette per le donne e di anni cinquantadue per gli uomini.

In particolare, chi ha compiuto o superato il 45esimo anno di età, sussistendo i requisiti per il conseguimento del diritto a pensione e chi compirà il 45esimo anno di età, sussistendo i requisiti per il conseguimento del diritto a pensione, entro il 1 dicembre 2010, dovrà presentare istanza entro il 31 agosto 2010.

Coloro che compiranno l’età per il conseguimento del diritto successivamente e fino al 30 giugno 2012, dovranno presentare istanza almeno tre mesi prima del compimento del 45esimo anno di età.

Coloro che eserciteranno l’opzione di cui sopra, dovranno presentare formale istanza direttamente presso l’Ufficio utenza pensioni di Roma, Via Nizza n. 152 ovvero ENTE NAZIONALE DI PREVIDENZA E DI ASSISTENZA PER I LAVORATORI DELLO SPETTACOLO 3

presso gli Uffici interregionali e Sedi territoriali dell’Ente. L’istanza di opzione, inoltre, potrà essere trasmessa per posta, con raccomandata A/R, presso “ENPALS – Direzione Prestazioni previdenziali – Ufficio posizioni assicurative, riscatti e versamenti volontari“ - Viale Regina Margherita n. 206, 00198 Roma.

A tal fine potrà essere utilizzato lo schema di domanda allegato, reperibile anche sul sito istituzionale dell’Ente alla sezione “modulistica”.

Sarà cura dell’Ente comunicare tempestivamente ai datori di lavoro le istanze di opzione presentate dagli interessati.

IL DIRETTORE GENERALE

(Massimo Antichi)